News

Il ricordo di Antonio Paolucci, “pioniere” nella digitalizzazione del patrimonio artistico: grazie a lui, le metodologie 3D di Archimede Arte sono entrate nei Musei Vaticani

Un professionista di grande levatura scientifica, dalle straordinarie capacità e competenze, ma soprattutto dalle eccezionali qualità di uomo delle Istituzioni. Con Antonio Paolocci, già Ministro della Cultura e Direttore dei Musei Vaticani, se ne va un prezioso storico dell’arte che ha saputo curare il patrimonio artistico del Paese con una sensibilità lungimirante verso la sua salvaguardia e tutela, promozione e valorizzazione anche attraverso le nuove tecnologie. Grazie alla consapevolezza che il passato non può essere estraneo alle nuove tecnologie, Paolucci avviò già nel 2012 la campagna di digitalizzazione dei Musei Vaticani, portata avanti nel corso di diversi anni grazie al sapiente lavoro di Archimede Arte che ebbe l’incarico di digitalizzarne tutti gli immobili e le opere in essi incastonati.

Archimede Arte si unisce così al cordoglio del mondo della Cultura per la sua scomparsa, custodendo una serie di esperienze condivise con l’instancabile studioso, appassionato e rigoroso.

Diverse le iniziative e i lavori portati avanti negli anni da Archimede Arte con Antonio Paolucci, in particolare per i rapporti tenuti personalmente dal nostro vice presidente Aldo Pascucci, fondati sull’affetto e stima reciproci. Una stretta relazione professionale intrecciata anche con l’allora vice direttore dei Musei vaticani, mons. Paolo Nicolini.

Di seguito ricordiamo i progetti più salienti.

Archimede Arte ha avuto il piacere e l’onore di partecipare, per merito della professionalità dei propri collaboratori, a tutte le fasi progettuali e di effettuare il rilievo laser e fotogrammetrico di tutte le aree del monumentale complesso museale: il Museo Gregoriano Etrusco, il Museo Chiaramonti, il Braccio Nuovo, il Museo Pio Clementino, le Stanze di Raffaello, la Cappella Nicolina, la Torre dei Borgia, il Cortile della Pigna, la Scala del Bramante, e il corpo di fabbrica della Cappella Sistina.

Tali rilevamenti laser scanner ad altissimo livello di dettaglio portano alla creazione della nuvola di punti, alle rappresentazioni 3D che vengono utilizzate negli affascinanti tour virtuali a 360° dei Musei Vaticani e in altri progetti, che permettono ai fruitori di ammirare in tutto il loro splendore unico e affascinante i dettagli di statue, affreschi, marmi, gessi e molte altre preziose opere. Un progetto che è stato al centro dell’incontro de “Il Giovedì dei Musei” del 12 ottobre 2017 intitolato “Digitalizzazione e Modellazioni 3D. Applicazione dei Sistemi Informativi Geografici per la catalogazione e la gestione del Patrimonio”, che si è tenuto presso la Sala conferenze dei Musei Vaticani alla presenza del Direttore Barbara Jatta, di Alessandra Uncini, responsabile dell’Inventario Generale e Catalogo Centrale e di Luca Della Giovampaola, responsabile dell’Ufficio Supporto Tecnologico.

I lavori di restauro del Braccio Nuovo (Direttrice Micol Forti) dei Musei Vaticani, scrigno di capolavori d’arte, iniziati nel 2009 e terminati nel dicembre 2016, grazie ad un intervento plurale che vide la partecipazione attiva di Archimede Arte e del suo team di collaboratori, rappresentò l’ultimo atto formale compiuto da Paolucci alla guida dei Musei, prima di cedere il passo all’attuale direttrice Barbara Jatta. Per la società umbra è stata un’altra enorme soddisfazione avere lavorato fianco a fianco con i servizi tecnici vaticani nel rendere nuovamente fruibile un simile patrimonio artistico dell’umanità.

“Conoscenza, salvaguardia, valorizzazione. L’esperienza di Archimede Arte per i Musei Vaticani” è il titolo dell’iniziativa tenutasi, invece, nel 2018 ai Musei Vaticani per presentare il concept “Sistina experience”, un ambizioso progetto: portare in tutto il mondo la Cappella Sistina attraverso una suggestiva rappresentazione 3D.

Una collaborazione proficua negli anni, quella portata avanti con Antonio Paolucci, che Aldo Pascucci e tutto il team di Archimede arte ricordano con profonda stima. Un grande privilegio nel segno della tutela, conservazione e valorizzazione di un patrimonio artistico unico al mondo.

Foto in copertina: Antonio Paolucci – dal sito www.vaticannews.vs

Did you like this? Share it!

PORFESR REALIZZATO CON IL SOSTEGNO DEI FONDI POR FESR REGIONE UMBRIA -ASSE III – AZ. 3.3.1 – CUP N. G99J21014970006